Bosnia ed Erzegovina

Bosnia-Erzegovina, anche se piccola sulla mappa del mondo, si trova al punto d’ incontro del clima continentale e mediterranea.

I suoi tre religioni: cattolica, ortodossa e l’Islam, hanno avuto un impatto enorme sullo sviluppo culturale della zona. Questo paese è unico in molti modi. Si tratta di un mosaico di contrasto, in cui le tracce di colori e profumi materiali e spirituali, così come l’ottimismo e l’orgoglio si intrecciano.

Esempio ne sono la capitale Sarajevo, che deve la sua bellezza proprio al fascino dei quartieri turchi e all’atmosfera liberty e mitteleuropea dei quartieri austriaci, e la cittadina di Mostar il cui ponte, anche dopo la ricostruzione, continua a rappresentare il simbolo dell’unione e dell’integrazione tra popoli e culture diversi.

La ricchezza dell’incontro di diversi popoli e di diversi paesaggi (dal montano al continentale al mediterraneo) rendono questa meta particolarmente interessante per le sue località ancora genuine e poco conosciute.

Nome ufficiale: Repubblica di Bosnia-Erzegovina (BiH)
Lingua ufficiale: bosniaco, croato, serbo
Script: latino e cirillico
Località: le frontiere della Bosnia-Erzegovina sulla Repubblica di Croazia a nord, ovest e sud-ovest (932 km di confine) e ad est ea sud con la Serbia e Montenegro (606 km di confine)
Capitale: Sarajevo
Popolazione: 3.791.662 (2013)
Area: 51.129 km2
Lunghezza costiera: 24 km